"Cantoni, Regioni, Comuni, enti territoriali, qualsiasi il nome ad essi 
attribuito, non vivono vita sana e feconda se non hanno entrate proprie, 
autonome, nate e volute e patite dai contribuenti locali in aggiunta e non 
in sostituzione delle imposte statali; né debbono vivere di elemosine 
largite dallo stato."
 
EINAUDI

 

Comune

Indice
Comune
Compiti
Tutte le pagine
AddThis Social Bookmark Button

I Comuni sono dotati di un Sindaco, una Giunta e un Consiglio. Il numero dei membri della giunta e del consiglio sono variabili in funzione della popolazione del comune. In deroga a questo principio, i Comuni sedi di Province sono sempre considerati come se avessero una popolazione superiore a centomila abitanti (articolo 37 del testo unico degli enti locali; vedi ultra).

Sino all'entrata in vigore del decreto legislativo 267/2000, recante il nuovo ordinamento degli enti locali, il termine "Municipio" era sinonimo di Comune e non indica invece, come molti credono, la sede dell'amministrazione, che è chiamata dal legislatore e dagli statuti dei singoli enti di volta in volta in modo diverso (casa comunale, residenza municipale, palazzo di città, palazzo civico sono i più comuni). L'ambiguità nasce dal fatto che la maggior parte dei palazzi comunali storici recano su di essi l'indicazione «Municipio» (come, d'altronde, sulle facciate delle sedi delle province è solitamente scritto «Provincia»). In seguito all'entrata in vigore del decreto di cui sopra, che non si applica alle Regioni a Statuto Speciale, che hanno competenza esclusiva in materia di ordinamento degli Enti Locali (Sardegna, Sicilia e Valle d'Aosta) e si applica per quanto compatibile alle altre, il Municipio, come previsto dall'articolo 16, è una suddivisione interna dei Comuni nati per aggregazione di Comuni precedenti. In alcuni Comuni, inoltre (per esempio a Roma), lo statuto chiama «Municipi» le circoscrizioni di decentramento.

Compiti delegati al Comune

Il Comune si occupa soprattutto di:

• Amministrazione e uso dei beni del Comune

• Organizzazione dei mercati (ad esempio orari di apertura e chiusura dei negozi)

• Disciplina del traffico

• Gestione delle acque e degli acquedotti

• Controllo dell’acqua potabile e delle acque di balneazione

• Fognature

• Raccolta e smaltimento dei rifiuti

• Pubbliche affissioni

• Polizia mortuaria e organizzazione dei cimiteri

• Centrali del latte

• Farmacie comunali

• Igiene del suolo, delle abitazioni, delle scuole, delle piscine e dei gabinetti pubblici

• Igiene degli alimenti e delle bevande

 

 



 

 

 

____