"Cantoni, Regioni, Comuni, enti territoriali, qualsiasi il nome ad essi 
attribuito, non vivono vita sana e feconda se non hanno entrate proprie, 
autonome, nate e volute e patite dai contribuenti locali in aggiunta e non 
in sostituzione delle imposte statali; né debbono vivere di elemosine 
largite dallo stato."
 
EINAUDI

 

Adunata Alpini 2011: manifestazione di grandi valori e civiltà

AddThis Social Bookmark Button

Roberto Cota a Dronero

I valori degli Alpini rimangono immutati nel tempo. Nello scorso fine settimana, alla grande adunata di Torino, hanno preso parte tra gli altri l’Assessore Regionale Claudio Sacchetto e l’Assessore provinciale Stefano Isaia.

Raggiunto l’accampamento presso il quale si trovavano i gruppi A.N.A. di Beinette, Spinetta e Peveragno, in piazza d’Armi a lato di corso Galileo Ferraris, Sacchetto e Isaia  si sono sistemati in accampamento fermandosi per tutti e tre i giorni di manifestazione insieme agli Alpini.

Nella mattinata di domenica sono intervenuti anche la Presidente della Provincia Gianna Gancia, Federico Gregorio, Giorgio Bergesio e Valter Bergesio.

La Lega da sempre è vicina alle Penne Nere, ne condivide le capacità, la bontà, il senso di tradizione che le contraddistingue e, inoltre, l’importante opera di diffusione di valori fondamentali troppo spesso dimenticati negli altri ambienti.

Anche quest’anno l’Adunata ha riscosso un grandissimo successo, l’affluenza è stata memorabile e tutti gli eventi sono avvenuti in ordine e con esito entusiasmante: alla grande accoglienza preparata dai Torinesi, gli Alpini hanno risposto con la consueta civiltà movimentando per tre giorni la città, nel totale rispetto delle strade e delle piazze ospitanti l’adunata.

Claudio Sacchettoe Stefano Isaia, con cappello e penna nera ben saldi, come da tradizione negli ultimi anni, hanno seguito gli accampamenti cuneesi tra migliaia di Alpini:

“Un’adunata spettacolare. Gli Alpini, benvoluti per la bontà di cuore e per i valori indiscutibili che trasmettono ad ogni occasione, hanno saputo ripagare l’affetto ricevuto, come sempre nel totale rispetto della città ospitante. Le Penne Nere rappresentano un motivo di vanto, un patrimonio di tradizione e valori che va salvaguardato con il massimo impegno. Ad ogni adunata si conferma la convinzione che contraddistingue il pensiero della Lega da molti anni: se il nostro Paese fosse composto per la totalità della popolazione da cittadini rispecchianti i valori degli Alpini, allora ci sarebbe davvero da andarne orgogliosi”.

La presidente della Provincia Gianna Gancia:

"Gli Alpini per la Provincia di Cuneo e per il Piemonte sono più che un simbolo: un incredibile bagaglio di valori umani e storici, che racchiude immagini di generazioni di uomini e famiglie che con devozione, sacrificio e passione hanno da sempre messo il bene della propria terra al di sopra di tutto, storie di amicizia e di legami indissolubili. Essere a Torino durante lo scorso fine settimana ha fatto rivivere in tutti noi le emozioni vissute durante l'Adunata del 2007 a Cuneo, quando il capoluogo della Granda aveva accolto le Penne Nere in grande stile e con profondo affetto: un'esperienza indimenticabile". 

 

 

 

____