"Cantoni, Regioni, Comuni, enti territoriali, qualsiasi il nome ad essi 
attribuito, non vivono vita sana e feconda se non hanno entrate proprie, 
autonome, nate e volute e patite dai contribuenti locali in aggiunta e non 
in sostituzione delle imposte statali; né debbono vivere di elemosine 
largite dallo stato."
 
EINAUDI

 

Segreteria

Felice Natale a tutti!

AddThis Social Bookmark Button

 

MOSCHEA A CUNEO? NO, GRAZIE

AddThis Social Bookmark Button
La Lega Nord ribadisce la propria contrarietà 
Nella giornata di sabato 19 dicembre la Sezione cittadina della Lega Nord di Cuneo ha organizzato in Piazza Europa  un  gazebo  informativo  per  sensibilizzare  la  popolazione  circa  la  prossima  apertura  di  un  centro islamico in Corso Gramsci a Cuneo. 
 
"Permettere  l'apertura  di  un  luogo  di  culto  dove  mancano  i  requisiti  -  commenta  Giorgio  Bergesio, Segretario Provinciale della Lega - è un atto che va contro tutta la popolazione, anche contro il processo di 
integrazione delle comunità islamiche stesse. Fatti come questo sono assimilabili alla rimozione dei simboli della  nostra  tradizione,  fatta  di  Cristianità,  con  l'obiettivo  di  non  urtare  la  sensibilità  degli  altri  popoli. 
Privilegiare una minoranza anche aggirando le leggi è una sorta di "razzismo al contrario". Dobbiamo invece preservare  le  nostre  importantissime  radici  culturali,  garantendo  parallelamente  una  maggiore  sicurezza alla  cittadinanza  intera:  accoglienza  e  tolleranza  non  significa  creare  le  condizioni  per  il  proliferare dell'illegalità". 
"Da  mesi  -  commenta  Simone  Mauro,  Segretario  cittadino  della  Lega  Nord  -  abbiamo  iniziato  la  nostra battaglia contro l'apertura di tale centro islamico che, viste le dimensioni e l'organizzazione dei locali, ha 
tutta l'aria di essere una vera e propria moschea. Nelle settimane scorse in Consiglio Comunale abbiamo presentato  un'interpellanza,  in  quanto  la  creazione  di  tale  fantomatico  centro  culturale  non  risulta 
compatibile con le caratteristiche urbane della zona di Corso Gramsci". 
"Il gazebo di oggi e il volantinaggio realizzato nei giorni scorsi nel quartiere ove sorgerà il centro - continua Mauro - vogliono rappresentare una campagna informativa per sensibilizzare la popolazione sulla tematica, 
poiché  la  Giunta  Comunale  sta  facendo  finta  di  nulla,  evitando  di  parlarne.  Nelle  prossime  settimane porteremo  nuovamente  l'argomento  nell'Assemblea  Cittadina  e  continueremo  la  nostra  campagna  di 
informazione. L'obiettivo è preservare la sicurezza e la vivibilità di un quartiere intero e, più in generale, di tutta la nostra città". 
Chiunque voglia contattare la Sezione cittadina della Lega Nord può farlo recandosi presso gli Uffici della Sezione Provinciale siti in Piazza Martiri della Libertà 7 a Cuneo (Piazza della Stazione) ogni lunedì e giovedì 
dalle 18 alle 20oppure inviare una mail all'indirizzo [email protected] 
 
 

Dalla Catalogna arriva un segnale positivo

AddThis Social Bookmark Button

 

GRANDE SUCCESSO PER IL CORTEO DELLA LEGA NORD A CUNEO

AddThis Social Bookmark Button

Nella giornata di venerdì oltre 350 persone hanno sfilato per Via Roma fin davanti alla Prefettura

La tre giorni dal titolo "Liberiamoci e ripartiamo" indetta da Matteo Salvini è stata l'occasione a Cuneo per l'organizzazione di un corteo per le vie della città. Oltre 350 persone nella giornata di venerdì hanno protestato pacificamente contro le inefficienze e gli errori delle amministrazioni di sinistra, dalla giunta locale del Sindaco Borgna fino al Governo romano del duo Renzi-Alfano.

"Percentuali di crescita economica misere - spiega Giorgio Bergesio, Segretario Provinciale Lega Nord Cuneo - a dispetto di continui tagli al tasso occupazionale, non da ultimi in Granda i recenti licenziamenti annunciati dalla GEC e dalla Michelin. E' ora che il Governo prenda atto della criticità della situazione e ponga fine agli scriteriati provvedimenti degli ultimi mesi".

"Nei giorni passati - continua Bergesio - Matteo Renzi ha iniziato nuovamente a parlare di Salerno-Reggio Calabria, di Ponte sullo Stretto di Messina e di tanti altri investimenti per il Meridione. Nel frattempo le partite Iva del Nord che reggono le sorti del sistema economico italiano si riducono sempre di più, delineando scenari estremamente pessimistici all'orizzonte. E' giunto quindi il momento che il Governo Renzi-Alfano rassegni le proprie dimissioni per garantire una migliore pianificazione per il futuro delle nostre terre".

La manifestazione ha visto la partecipazione del Capogruppo in Consiglio Regionale Gianna Gancia che nei giorni scorsi ha presentato in Consiglio Regionale un ordine del giorno riguardante il futuro della GEC. "L'amministrazione regionale - commenta Gianna Gancia - deve aprire gli occhi sul futuro delle oltre 80 famiglie che sono coinvolte nella vicenda GEC. Il disinteresse manifestato finora dalla Giunta Chiamparino è disarmante. La creazione di un ente regionale nel settore delle riscossioni può rappresentare l'unica soluzione per preservare il tessuto sociale, garantendo continuità occupazionale".

Durante il corteo è stata inoltre ribadita la contrarietà della Lega Nord alla creazione di una moschea in Corso Gramsci a Cuneo. Al riguardo commenta il Segretario cittadino Simone Mauro: "Con il corteo di oggi vogliamo portare all'attenzione dell'opinione pubblica cuneese il centro islamico in fase di completamento in Corso Gramsci, che potrebbe diventare una vera e propria moschea. Al riguardo abbiamo già presentato un'interpellanza in Consiglio Comunale. La presenza di una moschea richiede requisiti di sicurezza e caratteristiche che non sono proprie della zona in oggetto. Il Comune in merito deve quindi compiere scelte chiare e precise, al fine di tutelare i cittadini di Cuneo".

 

Grande successo per la cena di Natale della Lega Nord a Mondovì

AddThis Social Bookmark Button

Nella serata di venerdì 11 dicembre ha avuto luogo a Mondovì presso il Park Hotel la cena di Natale della Segreteria Provinciale della Lega Nord di Cuneo.

Oltre 200 militanti si sono ritrovati con i vertici provinciali per un momento di sintesi dell'attività dell'anno appena trascorso e per una prima programmazione per l'attività del 2016.

"Un ringraziamento - commenta Giorgio Bergesio, Segretario Provinciale della Lega Nord - va a tutti coloro che quest'anno si sono adoperati per il conseguimento degli importanti obiettivi posti dal nostro SegretarioFederale Matteo Salvini. La Granda si è dimostrata una volta ancora la Provincia piemontese connotata dal maggior attivismo e da un grandissimo fervore ideologico".

"L'anno venturo - continua Bergesio - sarà preludio importantissimo per le amministrative 2017 di Cuneo e Mondovì per le quali ci faremo assolutamente trovare preparati, impostando un'attività vicina alle esigenze della gente, coerentemente ai valori e principi del nostro Movimento".

Sulla tematica delle amministrative durante la serata sono intervenuti inoltre il Segretario cittadino di Cuneo Simone Mauro che ha rilanciato la prossima grande battaglia contro l'apertura di una moschea a Cuneo e l'Assessore del Comune di Mondovì Guido Tealdi che, in linea con le sue deleghe, ha sottolineato la crucialita' della tematica sicurezza nel capoluogo del monregalese.

La serata ha visto la partecipazione eccezionale e graditissima dell'onorevole Simonetti che ha riassunto ai presenti le numerose iniziative della Lega Nord in Parlamento a Roma, contro i nefasti provvedimenti del duo Renzi Alfano. "Cogliamo l'occasione - conclude infine Bergesio - per augurare un sereno Natale a tutte le famiglie cuneesi,ribadendo un'ulteriore volta l'importanza e il valore delle nostre tradizioni".

 

 

 

____